Renzo Barsacchi

Renzo Barsacchi - Biografia e Opere

RENZO BARSACCHI, nato a Castagneto Carducci (Livorno) il 19 aprile 1924, è vissuto quasi sempre nella frazione di Donoratico, dove si è spento l’11 luglio 1996. Per oltre quarant’anni, dal 1945 al 1987, ha lavorato come impiegato e poi ufficiale di stato civile nel Comune di Castagneto Carducci.

Ha pubblicato quattordici libri di poesie - Il cuore della sera (Rebellato, Padova, 1966), La lunga verità (Rebellato, Padova, 1970), Fino al piede dell’angelo (Quartomondo, Firenze, 1972), Dammi la sete (Città di Vita, Firenze, 1973), I calmi crocifissi (Laboratorio delle Arti, Milano, 1973), Questo grumo di fede (L’Airone, Capua, 1975), Uomo allo scoperto (Città Armoniosa, Reggio Emilia, 1978), Le scarpe del papa (Città Armoniosa, Roma, 1980), l’auto-antologia E Dio come futuro (Libreria Vaticana, Roma, 1983), La notte in Val di Chioma (Il Gabbiano, Livorno, 1984), Marinaio di Dio (Nardini, Firenze, 1985), Il sole della Quaresima (I.P.L., Milano, 1989), Le notti di Nicodemo (Romano, Palermo, 1991), Pur che l’alba nasca (Masso delle Fate, Signa, 1996) - e la plaquette Invano punto il dito (Sandro Maria Rosso, Serravalle Sesia, 1972). Inediti restano Il vento nel microfono, la raccolta cui stava lavorando negli ultimi tempi, e le plaquettes L’angelo sfortunato e Le perpendicolari, oltre a una breve auto-antologia senza titolo.

Fra gli interventi critici su Barsacchi, spiccano a tutt’oggi per finezza interpretativa quelli di Giorgio Bàrberi Squarotti, Carlo Betocchi, Franco Lanza e Geno Pampaloni.

Opere

Editrice Santi Quaranta • Treviso • P.ta IVA 02185210263